Una Lazio VeS di serie D da impazzire

Una Lazio VeS di serie D da impazzire

È stata solo la prima giornata di ritorno del campionato di serie D, quella giocata nel fine settimana appena trascorso; il calendario, però, proponeva subito lo scontro diretto fra la seconda in classifica, la Lazio VeS, e la capolista CUS Cassino Atina. All’andata, una Lazio VeS ancora incompleta nella sua costruzione, cedette nettamente il passo alle ciociare che iniziarono, così, la loro corsa di testa solitaria. Ieri la musica, però, è cambiata; ed è cambiata di molto visto che Cruciani e compagne si sono imposte con un 3 a 0 che è più netto di quanto non dicano i parziali (25/23 25/23 25/23). Tutti i set, infatti, hanno visto le bianco-blu-azzurre condurre le danze, a volte anche nettamente, per poi soffrire nei finali. Le ragazze di Francesca Cicero hanno offerto una prestazione di notevolissimo spessore, tecnico e caratteriale. Trascinata dagli attacchi delle solite Eleonora Parri e Erika Bernabè, dai muri decisivi di Alice Dionisi, dalla solidità difensiva di Eleonora Musso, con l’importante contributo al servizio di Aurora valente, la Lazio VeS ha avuto la meglio su un’avversaria che ha confermato tutta la sua forza. La posta in palio era alta ed entrambe le squadre non hanno smesso un attimo di lottare, palla su palla, per aggiudicarsela. Si è assistito a scambi lunghi e combattuti che hanno infiammato il match e contribuito allo spettacolo. Al termine ad esultare è stata la squadra di casa che con questo successo ha raggiunto in vetta il CUS Cassino; ora, a determinare il primo posto a favore della squadra ciociara è solo un piccolissimo set vinto in più. E la prossima sarà solo la seconda giornata di un campionato che si preannuncia ancora molto lungo e combattuto. Prima della partita della serie D la seconda divisione della Lazio VeS ha conquistato un solo punto nel match che la opponeva alla Pol. Dil. Talete Campagnano. Un risultato che, purtroppo, allontana ancor più la zona salvezza. Ma le giovanissime di Alessandro Spanu hanno offerto una prova di carattere non indifferente. Dopo aver buttato via il primo parziale ed essersi trovate sotto per 2 a 0 e 18 a 10 nel terzo set, le bianco-blu-azzurre hanno saputo reagire portando le loro avversarie al quinto e decisivo set dove hanno lottato alla pari contro una squadra che poteva contare su alcune individualità di tutto rispetto che nel finale hanno fatto la differenza. 3 a 2 a favore del Talete Campagnano il punteggio con cui si è conclusa la partita (25/23 25/21 21/25 23/25 15/11) ma evidenti segni di progresso da parte della giovanissima Lazio VeS ancora priva del suo capitano Firrincielli