Successo e soliti difetti per l’under 20 Junior CDP LVeS

Successo e soliti difetti per l’under 20 Junior CDP LVeS

Sono passati quasi tre mesi dalla gara di esordio nel campionato under 20 dove la Junior CDP LVeS sudò le fatidiche sette camicie per avere la meglio della Pall. Tor Sapienza e ieri le due squadre si sono ritrovate di fronte per la prima giornata del girone di andata. Al termine della gara il risultato è stato lo stesso; vittoria per 3 a 1 (25/17 25/16 20/25/ 25/21) per i ragazzi di Piacentini che si sono confermati leader incontrastati nel girone A della prima fase. Una differenza tecnica e, soprattutto, fisica, notevole quella evidenziata anche ieri. Poi, però, è successo che dopo i primi due set, discretamente giocati dalla Junior CDP LVeS che, pur con qualche errore di troppo, ha messo in mostra una buona pallavolo, ci si sia cominciati a sentire molto belli e si sia pensato che si potesse vincere anche senza lottare, solo perché di fronte gli avversari erano “più deboli”. E invece nello sport, per chi davvero vuole essere un vincente, non è mai stato e non sarà mai così. Allora quelli “più deboli” hanno ancor più gettato in campo il cuore e moltiplicato le energie che avevano, a maggior ragione perché di fronte a loro c’era una squadra “più forte” contro cui, con encomiabile orgoglio, non volevano sfigurare. E’ successo così che la partita si è inutilmente complicata dando vita ad una interminabile serie di brutte figure, tecniche e comportamentali, individuali e di squadra. La Junior CDP LVeS ha vinto, ritrovando nel quarto set quel minimo di smalto necessario per portare a casa il risultato, ma questo è importante solo in parte. La cosa più importante sarà capire che con questo atteggiamento, troppo spesso ricorrente, non si andrà molto lontano, rischiando di mettere a rischio tutto il progetto per il quale la società sta facendo sforzi organizzativi ed economici non indifferenti