Sesto sigillo per la Lazio VeS di serie D, altra sconfitta per la 2^ divisione

Sesto sigillo per la Lazio VeS di serie D, altra sconfitta per la 2^ divisione

Con un’altra prestazione maiuscola la Lazio VeS passa anche sul campo del Valmontone (1 – 3, 25/20 18/25 10/25 14/25) e conquista il sesto successo consecutivo dopo sette giornate del campionato di serie D femminile, girone D. Un successo che, in attesa della partita odierna dell’ASD Emmeciquadro, impegnato a Cave, vale il secondo posto provvisorio in classifica a quattro punti dalla capolista Cassino.

Siamo entrate in campo contratte – dichiara l’allenatrice Francesca Cicero al termine della partita – commettendo nel primo set molti errori in ricezione e difesa e soffrendo molto il servizio del Valmontone che con grande determinazione ha portato a casa il primo set. Dal secondo set le ragazze hanno cominciato a giocare la loro pallavolo e siamo riusciti a conquistare con autorità i tre set successivi. Sono molto soddisfatta della reazione delle ragazze e del risultato conseguito che ci consente di pensare con serenità alla partita di domenica prossima contro il Tor Sapienza”.

Da segnalare il più che positivo esordio del libero Alessandra Tavolieri che ha dato un contributo fondamentale al successo, i 19 punti di una inarrestabile Erika Bernabè (nella foto di archivio) e l’ottima prestazione del capitano Anna Clara Cruciani che si è distinta in tutti i fondamentali.

Come detto, domenica prossima altro impegno delicato per la Lazio VeS; al Von Neumann sarà di scena il Tor Sapienza, sorprendentemente fermato ieri in casa dal Dream Team Roma, e scavalcato in classifica dalle bianco-blu-azzurre.

Notizie decisamente meno buone vengono dalla 2^ divisione che è stata travolta a Tivoli dalla capolista ASD Tibur Volley con un netto 3 a 0 (25/12 25/15 25/17) inanellando la terza sconfitta consecutiva che la relega ancora a quota zero punti in classifica. Il giovanissimo gruppo allenato da Alessandro Spanu dovrà essere bravo a non farsi condizionare da questi risultati negativi continuando a lavorare con serenità per crescere individualmente e di squadra. Che sarebbe stato un campionato difficile era nelle previsioni dello staff tecnico e della società; per questo motivo, in casa Lazio VeS, c’è e ci sarà in futuro grande pazienza in attesa che il lavoro dia i frutti sperati