La F.I.P.A.V. chiude la stagione senza vinti né vincitori

La F.I.P.A.V. chiude la stagione senza vinti né vincitori

L’Amministratore Delegato della Lazio Volley e Sport ha voluto dedicare queste parole alle atlete, ai tecnici e allo staff della squadra di serie D dopo la decisione, presa ieri dalla F.I.P.A.V., considerare chiusa la stagione 2019/2020.

Ogni ulteriore commento appare superfluo

Carissime atlete e carissimi componenti dello staff.

Ieri è arrivata, purtroppo, l’attesa decisione della F.I.P.A.V. di decretare la conclusione definitiva di tutti i campionati pallavolistici di ogni serie e categoria. Contestualmente è stato deciso di ritenere conclusi senza assegnazione degli scudetti, delle promozioni e delle retrocessioni tutti i campionati nazionali, regionali e provinciali.

Questa società è stata fra le prime, a sospendere l’attività sportiva anteponendo a qualsiasi altra cosa la tutela della salute di quanti, a vario titolo, avrebbero frequentato gli impianti sportivi.

Proprio per questo la decisione presa dalla F.I.P.A.V., che segue quelle analoghe già prese da tempo da altre Federazioni sportive, non può che essere condivisa pienamente nel suo aspetto etico.

Lascia, invece, molto perplessi, la decisone di non dar alcun peso ai risultati sportivi conseguiti sul campo, con grande fatica, e agli sforzi economici che alcune società hanno sostenuto.

La convocazione delle società in una serie di videoconferenze da tenersi la prossima settimana, divise per campionati, pervenuta dal CR Lazio nei giorni scorsi, aveva fatto sperare che, per una volta, si volesse prendere una decisione condivisa con la base o che, quantomeno, la stessa non dovesse apprendere la notizia dagli organi di stampa.

Ancor prima ci eravamo esposti con un comunicato provando a fornire spunti per far sì che la stagione potesse essere terminata quando l’attuale emergenza fosse terminata anche a rischio di adattare alle sopravvenute nuove esigenze la prossima.

Invece, purtroppo, così non è stato. Si è scelta la strada forse più semplice, quella che avrebbe scontentato meno società ma che ha mandato in fumo sogni e sacrifici di tanti.

E in questo senso anche noi ci sentiamo ingiustamente colpiti; la magnifica stagione che tutte voi, atlete, tecnici e staff della serie D, stavate disputando va in fumo così, con un colpo di spugna.

Va in fumo, però, solo per quanto riguarda il risultato finale. Al di là degli sforzi organizzativi ed economici a cui la società ha fatto fronte in questi mesi è a voi che va principalmente il nostro pensiero in questo momento. È vero, i sacrifici fatti in questi lunghi mesi, il lavoro svolto, la serietà dimostrata in tante e tante occasioni non riceveranno il giusto riconoscimento. Ma nella storia della Lazio Volley e Sport e nelle vostre storie personali questa resterà per sempre una stagione da incorniciare che solo un destino ingiusto non ha voluto terminasse come tutti noi sappiamo sarebbe terminata.

È per questo che a tutte e tutti voi va il nostro grazie; il grazie per i tanti momenti esaltanti che ci avete fatto vivere fino all’ultimo, fino a quella splendida partita di Coppa Lazio disputata solo poche ore prima della chiusura dell’attività.

Da questo momento il pensiero di tutti noi, in sinergia con i tecnici e tutti i dirigenti sarà per la prossima stagione; per fare in modo che il sogno che ci avete regalato sino a poche ore fa possa riprendere e concludersi come meritate.

Un abbraccio a tutte e a tutti sperando di potersi presto incontrare di nuovo nelle palestre

Vittorio Sacripanti