In serie C i troppi errori condannano la LVeS Sempione alla sconfitta

In serie C i troppi errori condannano la LVeS Sempione alla sconfitta

Se doveva essere un esame di maturità per capire se davvero questa squadra possa ambire ad un posto nei playoff ci sarebbe da pensare che difficilmente potrà essere così. La LVeS Sempione esce sconfitta ancora una volta per 3 a 0 (25/22 25/22 34/32) da uno scontro diretto, quello contro il Volley Team Monterotondo, e vede restringersi al solo Marino il lotto delle squadre da raggiungere per centrare l’obiettivo di allungare la stagione e giocarsi ancora le sue carte per la lotta per la promozione. Troppi gli errori individuali degli atleti di Calcagnini e Iezzi in una partita in cui molti ragazzi hanno reso decisamente al di sotto delle loro possibilità. Ancora una volta agli occhi degli spettatori presenti non può essere passata inosservata la quantità preoccupante di battute sbagliate, spesso nei momenti più delicati dei singoli set e specialmente dai giocatori più esperti. Il tutto in una giornata in cui la ricezione ha sofferto terribilmente e la distribuzione del gioco è stata spesso imprecisa. Con questi presupposti non sarà facile cercare di colmare il gap che separa la LVeS Sempione dal Marino dando ormai per conclusa la lotta per la promozione diretta ad appannaggio del Genzano che ieri ha superato nello scontro diretto l’Anzio portando a cinque lunghezze il suo vantaggio. A questo punto, assegnati due dei quattro posti playoff allo stesso Anzio e alla Caschera Virtus Paliano, restano ancora in ballo gli altri due posti per uno dei quali il Monterotondo, con il risultato di ieri, ha fatto decisamente un passo in avanti. Dietro alla LVeS Sempione avanzano poi Afrogiro e Casal Bertone con lo stesso Green Volley che non può essere considerato tagliato fuori. Sabato prossimo trasferta ad Anzio sperando che la squadra, che sarà ancor più incompleta, possa trovare la forza di rilanciarsi in questa volata finale